Evviva le patate

Le fiabe culinarie di Pimpinella – Crocchette di patate

La signora Porcellotti disse al marito, il signor Cinghialone, “Vammi a procurare delle patate per la cena, però, mi raccomando, non mangiarle tutte per strada, ghiottone!” “Grunf! Ma quando mai!”, ribattè il signor Cinghialone, andandosene col codino per aria.

ep1 (2)“Questi mariti! Bisogna sempre dirgli tutto! Mi mancano anche due uova, andrò dalla gallina Razzolona, devo pensare a tutto io”, disse fra sé la signora Porcellotti, mentre si avviava al pollaio dove abitava la sua amica.
“Razzolona! Ti ho portato dell’erba tenera e fresca, mi daresti due uova?” “Cò! Ti darò il mio uovo per quell’erba, ma devi portarne ancora per la signora Favalura, se vuoi che ti dia il suo uovo” “Grunf! Ma come sono pretenziosi tutti quanti! E’ veramente faticoso procurarsi una cenetta decente, grunf!”.
Indignata , la signora Porcellotti accontentò le due galline e tornò a casa, dove trovò il marito con le patate richieste “Bene, ora vai fuori e non tornare prima che la cena sia pronta”, si mise il grembiulino e cominciò la sua ricetta: mise le patate a lessare con tutta la buccia per circa mezz’ora. Nel frattempo sbattè le uova , vi aggiunse sale, grana grattugiato, pepe e noce moscata. Quando le patate furono cotte, le sbucciò ancora fumanti (senza bagnarle con acqua fredda), le passò nello schiaccia patate e le unì al composto, a cui aggiunse il latte un po’ alla volta, finchè non raggiunse la giusta consistenza, impastò bene e formò dei cilindretti, all’interno dei quali infilò un pezzetto di fontina, poi li rotolò nel pane grattugiato e li mise nella teglia del forno ben unta di burro. Esauriti gli ingredienti, mise su ogni crocchetta una fettina sottilissima di burro e infilò la teglia nel forno a 220°, finchè non diventarono belle colorite.
“Ecco qua! Ora posso far entrare il signor Cinghialone e mandarlo a lavarsi le zampe, grunf!” disse la signora Porcellotti, mentre metteva in tavola le sue favolose crocchette, tra grugniti di soddisfazione.

Ingredienti:

1 kg di patate
2 uova
latte q.b.
fontina

Meri Santarnecchi
Infermiera professionale