Dolore: “Alla ricerca della causa perduta”

Ahi! Ahi! …la schiena si blocca…colpo della strega! Apparentemente non c’è ragione plausibile che possa aver provocato un tale dolore! Possiamo capire se un dolore recente che lamentiamo, muscolare o articolare, deriva da una causa del presente o è frutto di uno squilibrio posturale del passato?

Nella maggioranza dei casi, difficilmente un dolore che ha origini lontane nel tempo, insorge in maniera violenta nel presente. Solitamente avvertiamo dapprima piccoli disagi e campanelli d’allarme saltuari, quali tensioni e rigidità. Poi la frequenza e l’intensità aumentano…fino a poter divenire dolori fastidiosi e cronici. In uesto caso possiamo essere certi che il dolore che si presenta oggi ha origini molti anni prima.

foto per articolo sitoLe possibili cause? Vecchi traumi, banali incidenti ai quali non concediamo la minima attenzione, problemi emotivi che si riflettono direttamente sul nostro corpo, gesti sbagliati o cattive posizioni assunte quotidianamente sul lavoro e a scuola, ogni tipo di cicatrice, disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare, disturbi visivi e della funzione deglutitoria, interazioni di carattere digestivo, geopatie ecc. Queste o altre spine irritative possono creare con il tempo, attraverso le catene muscolari (muscoli collegati uno all’altro che lavorano in sinergia), alterazioni posturali che possono far emergere un dolore in una zona del corpo, anche lontana dalla causa originaria.

E se invece il dolore arriva all’improvviso, da un giorno con l’altro, come il nostro colpo della strega? Sicuramente poco prima (giorni, settimane o pochi mesi) c’è stata una causa che, magari supportata da cause predisponenti che fino ad allora non avevano mai dato problemi ha scatenato l’inferno…la cosidetta goccia che fa traboccare il vaso! Ora, nella misura in cui si va a trattare la zona del dolore, dobbiamo sapere che si sta agendo sull’effetto. Stiamo attuando un’azione tampone. La causa rimarrà inevitabilmente ancora attiva…e, prima o poi, tale informazione/perturbazione, potrà emergere da un’altra parte.
Non basta modificare la postura dell’area in cui si manifesta il dolore.
Si deve cercare dunque di attuare un’azione terapeutica globale considerando ed agendo sulle cause…anche su quelle lontane!

Giorgio Mottini, Dott. Scienze Motorie, Operatore di riequilibrio posturale, Chinesiologo.  

 

Ecco i prossimi eventi dedicati ai dolori muscolo-articolari presso Il Quarzo Rosa:

21 gennaio 2015 ore 21: Conferenza “Il dolore muscolo-articolare” e Presentazione del nuovo corso settimanale di Ginnastica Posturale – con Giorgio Mottini

2 febbraio 2015 ore 9.30 – 10.30: Inizia il corso di Ginnastica Posturale – con Giorgio Mottini