Babywearing

Portarsi i bimbi addosso è una pratica vecchia quanto il mondo. Portare i bimbi bene, correttamente, con gli strumenti e le tecniche giusti e rispettando la fisiologia di portato e portatore è un’opportunità fantastica, per anni rimasta relegata alle “comunità etniche”.

bwi

Questo era dovuto alla credenza sempre più diffusa che fosse necessario creare nei bambini un’indipendenza precoce e che tenerli vicini ai genitori li avrebbe inesorabilmente viziati.

Oggi il “babywearing” (alla lettera, “indossare i bambini”) sta ritornando piano piano fuori, recuperando momenti perduti, ricostruendo relazioni più facili e restituendo indipendenza e praticità alle famiglie con bimbi piccini.
Ed è proprio così perché portare i bambini addosso fa bene ai bambini e ai genitori.

Ai neonati perchè li fa sentire comodi, al sicuro e perciò in grado di rapportarsi con il mondo più serenamente e di sperimentare i piccoli movimenti del loro corpo prendendone coscienza ed imparando a gestirli: così si agevola il loro sviluppo psico-motorio e si favorisce la socialità. Perchè richiama le sensazioni intra-uterine e quindi riduce lo stress del passaggio: i bimbi portati piangono di meno e vengono soddisfatti nel loro bisogno naturale di contatto. Perchè mantiene la loro posizione fisiologica aiutando nella prevenzione di patologie scheletrico-posturali come la displasia alle anche.

Ai genitori perchè consente loro di tenersi vicini il loro piccolo scaricandone il peso in modo ottimale e al contempo di avere le mani libere ed essere indipendenti nei movimenti senza alcun ingombro o difficoltà. Specie per le mamme è una grande risorsa perchè permette loro di recuperare in tempi brevi una sfera quotidiana e sociale che spesso appare alle neomamme una specie di miraggio irrealizzabile.

Fa bene a fratelli e sorelle maggiori (e quindi alla neonata relazione con l’ultimo arrivato) perchè i genitori con le mani libere e senza tanti ingombri sono in grado di abbracciarli, sollevarli e accompagnarli nelle attività quotidiane.
Fa bene, infine, anche agli amici pelosi che non saranno costretti a rinunciare alle loro passeggiate per colpa di ingombranti passeggini e di neonati piangenti.
Insomma, una pratica sana, comoda, coccolosa e preziosa per tutti.

Veronica Toniutti

Per saperne di più sui corsi di Babywearing presso il Quarzo Rosa, contattare:

Veronica Toniutti, consulente certificata della Scuola del Portare – 349 5889362